PRESENTATA LA FONDAZIONE DELL’ISTITUTO TOSCANO TUMORI

In una sala completamente gremita del Chiostro di S. Agostino a Pietrasanta è stata ufficialmente presentata la Fondazione dell’Istituto Toscano Tumori. Davanti ad un pubblico attento ed estremamente qualificato sono state illustrate le finalità e le opportunità che la Fondazione offre in termini di comunicazione, prevenzione e ricerca nei confronti di tutte quelle attività che quotidianamente sono messe a disposizione dei cittadini toscani che, grazie ad un modello di “rete”, preso ad esempio in tutta Italia, hanno a disposizione un percorso ed una organizzazione di cura radicata sul territorio, omogenea ed estremamente professionale per tutti.

Sono intervenuti il Direttore Generale della AUSL 12 di Viareggio Dr. Giancarlo Sassoli, il Sindaco Pietrasanta Dr. Domenico Lombardi, il Presidente della Fondazione ITT Dr. Valtere Giovannini, il Vice Presidente della Fondazione ITT Prof. Gianni Amunni e l’Assessore al Diritto alla Salute della Regione Toscana Dottoressa Daniela Scaramuccia che ha ricordato quanto la Regione Toscana (unica in Italia) investa in ricerca e come, l’idea nata dieci anni fa di creare l’Istituto Toscano Tumori, si sia rivelata vincente ed efficace nel venire incontro alle esigenze dei malati oncologici. Ne è una dimostrazione, ad esempio, il fatto che il 60% dei pazienti oncologici della Toscana si cura utilizzando strutture del presidio che trova “sotto casa”.

Di continuità terapeutica, invece si è occupato il Prof. Franco Mosca Direttore Divisione Chirurgia Generale Azienda Ospedaliero Universitaria di Pisa con una stimolante ed apprezzata “Lettura Magistrale”. Non è mancato, poi, il dialogo con il pubblico durante il quale è emersa l’importanza della collaborazione tra la Fondazione e le tante realtà, legate al volontariato, che quotidianamente sono attive sul territorio regionale e che rappresentano un vero e proprio patrimonio in termini di idee, collaborazioni, esperienze, disponibilità e preziosa presenza. Conclusioni affidate al Prof. Lucio Luzzatto Presidente Comitato Scientifico Fondazione ITT che, con uno stile estremamente semplice e coinvolgente, ha ricordato quelle che sono gli obiettivi che regolano l’agire e l’operare dell’ITT, ovvero capire, curare e prevenire il cancro, facendolo nel migliore dei modi e con gli stessi livelli per ciascun cittadino. La giornata, infine, è stata impreziosita dalla presenza del Maestro Andrea Bocelli (nella foto al fianco del Prof. Luzzatto) che, in qualità di Presidente della Fondazione Arpa, ha portato il suo sentito saluto augurale per un futuro roseo e denso di qualificanti risultati.

Da anni, in Toscana, l’Istituto Toscano Tumori (ITT), che costituisce il sistema coordinato e di governo clinico della rete oncologica regionale presente in tutte le Aziende sanitarie, ha sviluppato sul territorio regionale l’impegno per la lotta contro il cancro, con un forte investimento sulla ricerca (è stato anche dato avvio a una rete di laboratori appositamente destinati, di cui il Core Research Laboratory presso l’AOU Careggi rappresenta il fulcro) e nelle azioni di prevenzione e di cura dei tumori. In questo contesto è nata la Fondazione dell’Istituto Toscano Tumori, costituita da tutte le Aziende sanitarie toscane e l’ISPO (Istituto per lo Studio e la Prevenzione Oncologica) con la volontà di dotare il sistema di un ulteriore strumento finalizzato a promuovere la partecipazione attiva e il coinvolgimento di tutti i cittadini nella lotta contro il cancro, campo di così forte interesse comune, per il quale l’acquisizione di risorse aggiuntive, oltre quelle destinate dal servizio sanitario, può essere di vitale importanza. La Fondazione si rivolge quindi alla società civile per chiedere l’apporto, sia economico, sia di collaborazione, da parte dei semplici cittadini, dell’associazionismo, dell’imprenditoria ecc.

La Fondazione ITT è iscritta, dal gennaio 2010, nel Registro regionale delle Persone Giuridiche Private. I campi su cui opera, come è stabilito dal suo Statuto, sono:
promozione della ricerca (ricerca di base sul cancro, ricerca clinica e ricerca translazionale in campo oncologico);
sostegno alle azioni di prevenzione, primaria e secondaria, e di diagnosi e cura;
supporto per il miglioramento dell’assistenza, delle cure palliative, del sostegno psicologico e della qualità della vita del paziente e del sostegno alle famiglie;
sostegno alle iniziative dell’ITT per il coordinamento dei percorsi assistenziali e degli eventi formativi.

La Fondazione è governata da un Consiglio di Amministrazione, in cui c’è una rappresentatività dei DDGG delle Aziende sanitarie (il Presidente è a turno il DG di una Azienda Ospedaliero Universitaria), la presenza dei vertici, scientifici e organizzativi, dell’ITT, delle Facoltà di Medicina, della Regione Toscana e dell’Associazionismo. Al momento, la composizione è la seguente:
Dr. Valtere Giovannini (Direttore Generale dell’AOU Careggi), in qualità di Presidente
Prof. Gianni Amunni (Direttore Operativo ITT), in qualità di Vicepresidente
Dr. Enrico Desideri (Direttore Generale dell’Azienda USL 8 di Arezzo)
Dr. Giancarlo Sassoli (Direttore Generale Azienda USL 12 Viareggio)
Prof. Gianfranco Gensini (Preside della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Firenze)
Prof. Lucio Luzzatto (Presidente del Comitato Scientifico della Fondazione e Direttore Scientifico dell’ITT)
Dr. Edoardo Michele Majno (Direttore Generale della Direzione Generale “Diritti di cittadinanza e coesione sociale” della Regione Toscana)
Dtt.ssa Ida Cipparrone (rappresentante della Lega Italiana Lotta ai Tumori)
Sig.a Maria Cristina De Oliveira Machado (rappresentante dell’AVO)
Le funzioni di indirizzo scientifico per il piano di attività sono inoltre assicurate, a supporto del CdA, dal Comitato Scientifico della Fondazione, che è presieduto dal Prof. Lucio Luzzatto (Direttore Scientifico dell’ITT) ed è composto da rappresentati delle Università della Toscana, del CNR e delle Aziende Sanitarie toscane.

Nel corso del 2011 La Fondazione, grazie ai primi contributi e donazioni liberali ricevute, ha dato avvio alle sue prime iniziative concrete per il perseguimento dei propri fini statutari, con un intervento, in questo primo anno, incentrato particolarmente sul campo della promozione della ricerca.L’evento più significativo in tal senso è stato il Bando per due borse di studio per formazione avanzata in ricerca sul cancro e oncologia.

I Commenti sono chiusi

'
Sito usl Toscana Nord Ovest
Vaccinazione
Pronto Badante
Carta Servizi Assistenza Territoriale
Pranzo Sano Fuori Casa
Ictus
RSA in Versilia=

Promozione della Salute

Promozione della Salute


Regione Toscana

Agenzia Regionale di Sanità