IL PERCORSO STROKE IN FASE ACUTA

La realizzazione di un “percorso ictus” in Toscana rappresenta una priorità, costituendo anche un modello paradigmatico da realizzare successivamente per altre patologie.

L’organizzazione dei processi assistenziali in percorsi che, opportunamente ed efficacemente, colleghino le diverse fasi: la prevenzione, la gestione della fase acuta, la gestione della cronicità, è essenziale per realizzare un modello di presa in carico capace di affrontare con maggiore incisività il decorso della malattia, rallentarne l’evoluzione e ridurre gli esiti.

La giornata di studio rappresenta per il Gruppo di lavoro regionale per il percorso ictus un primo ed indispensabile momento di confronto con gli Stroke Team aziendali, al fine di conoscere ciò che già è stato realizzato e creare insieme il percorso più efficace ed omogeneo per la gestione dell’ictus.

AUDITORIUM OSPEDALE VERSILIA
28 GIUGNO 2012
ore 9.00 – 13.30

1a SESSIONE (ore 9-9.45): IL RITARDO EVITABILE NON SANITARIO

La consapevolezza del problema “ictus”: conoscere per evitare. Possibili strategie da attuare nel nostro territorio
Dott. Alessandro Del Carlo, Medico di Medicina Generale Az. USL 12
Discussione/confronto con gruppo di lavoro regionale
Dott. Giovanni Orlandi, Ricercatore Clinica Neurologica, Dipartimento di Neuroscienze, Università di Pisa
Dott. Alberto Chiti, Neurologo, Dipartimento di Neuroscienze, Università di Pisa
Dott. Mauro Pratesi, Direttore U.O.C. Pronto Soccorso, Az. USL 6 Livorno

2a SESSIONE (ore 9.45-10.30): IL RITARDO PREOSPEDALIERO

Dal 118 al Pronto Soccorso: criticità nel sistema dispatch
Dott. Andrea Nicolini, Responsabile Centrale Operativa 118, Az. USL 12
Discussione/confronto con gruppo di lavoro regionale

Ore 10.30-11 Pausa

3a SESSIONE (ore 11-12): IL RITARDO INTRAOSPEDALIERO

Il codice “rosso stroke” ed il protocollo diagnostico in DEA: possibili elementi di criticità
Dott. Gino Barbacci, U.O.C. Medicina d’ Urgenza e Pronto Soccorso, Ospedale Versilia
Problematiche nella diagnosi di ictus in DEA: casi dubbi e insidiosi
Dott. Paolo Del Dotto, U.O.C. Neurologia, Ospedale Versilia

Organizzazione per l’ esecuzione della trombolisi
Dott. Stefano Fascetti, U.O.C. Medicina Generale, Ospedale Versilia

Discussione/confronto con gruppo di lavoro regionale

4a SESSIONE (ore 12-13): LA TROMBOLISI LOCOREGIONALE

Oltre la trombolisi sistemica: indicazioni della trombolisi locoregionale e modalità di accesso e interazione con le strutture di 3° livello
Dott. Alberto Chiti, Dipartimento di Neuroscienze, Clinica Neurologica, Università di Pisa

Discussione/confronto con gruppo di lavoro regionale

Ore 13-13.30 Questionario di verifica

I Commenti sono chiusi

'
Sito usl Toscana Nord Ovest
Vaccinazione
Pronto Badante
Carta Servizi Assistenza Territoriale
Pranzo Sano Fuori Casa
Ictus
RSA in Versilia=

Promozione della Salute

Promozione della Salute


Regione Toscana

Agenzia Regionale di Sanità