LA COMUNITA’ PER DISTURBI DELL’ALIMENTAZIONE

In occasione del Festival della Salute, l’Assessore Regionale ing. Luigi Marroni, accompagnato dal Direttore Generale della Ausl12 di Viareggio dr. Giancarlo Sassoli ha visitato la Comunità Terapeutico-Riabilitativa per pazienti affetti da
Disturbi dell’Alimentazione “Villamare“, di Lido di Camaiore, centro di eccellenza della Regione Toscana e unica struttura residenziale nel territorio regionale.

L’anoressia e la bulimia nervosa sono due disturbi della condotta alimentare i cui elementi dominanti sono la tendenza a giudicare se stessi prevalentemente o esclusivamente in termini di alimentazione, peso e forme corporee associatamene al desiderio di dimagrire. Nell’anoressia tale fine è raggiunto attraverso una restrizione alimentare con conseguente restrizione dell’apporto calorico fino ad una vera e propria denutrizione. Nella bulimia l’adozione di condotte eliminatorie (vomito  autoindotto, abuso di lassativi, iperattività fisica “compensa” l’assunzione incontrollata di cibo.

Le due sindromi non sono del tutto distinte, esistendo una loro sovrapposizione sia intraepisodica (spesso pazienti anoressiche, oltre a ridurre drasticamente l’apporto alimentare, adottano anche condotte eliminatorie per “garantirsi la magrezza”) sia longitudinalmente nel decorso di malattia (nella anamnesi di molti pazienti con disturbo della condotta alimentare si alternano episodi di bulimia ad episodi di anoressia). Il modello comunitario ha una metodologia di approccio che risale a da Tom  Main, ed è stato sviluppato e applicato ai Disturbi della Condotta Alimentare da circa 30 anni nell’approccio del Centro S. Jozef di Kortemberg (Belgio), che integra la psicoterapia con la psicoeducazione nutrizionale e  la terapia farmacologica. Il prof. Johan Vanderlinden, partecipa alle attività del Comitato Scientifico di Villamare.

La nostra Azienda ha ripresentato ogni anno, per 8 anni, in Regione Toscana il progetto del prof. Mario Di Fiorino, primario psichiatra, per la creazione di una Comunità terapeutica per i Disturbi della Condotta Alimentare. Il primo riconoscimento è giunto nel Luglio 2008, quando il piano sanitario  regionale 2008-2010 ha previsto per la prima volta di “avviare la
sperimentazione di una struttura residenziale terapeutico riabilitativa  specificamente dedicata ai DCA gravi.

La tenacia del dr. Giancarlo Sassoli ha ottenuto il risultato di avere la struttura Regionale nel nostro territorio.

I Commenti sono chiusi

Sito usl Toscana Nord Ovest
Vaccinazione
Pronto Badante
Carta Servizi Assistenza Territoriale
Pranzo Sano Fuori Casa
Ictus

Promozione della Salute

Promozione della Salute


Regione Toscana

Agenzia Regionale di Sanità