CONTROLLI CONGIUNTI CAPITANERIA AUSL12

Nei giorni scorsi, nel porto di Viareggio, Capitaneria di Porto e AUSL 12 (Unità Funzionale Prevenzione Igiene e Sicurezza nei luoghi di lavoro), hanno effettuato un sopralluogo congiunto per verificare le condizioni di sicurezza a bordo di alcune unità navali impegnate in lavorazioni.

Il porto di Viareggio, infatti, caratterizzato dalla presenza di vari cantieri ed aziende di refitting e rimessaggio navale, presenta svariati scenari operativi suscettibili di applicazione delle ispezioni in materia di sicurezza sul lavoro. Ecco perchè nell’ambito delle periodiche riunioni dell’Organismo Provinciale di Lucca per la sicurezza e la salute nei luoghi lavorativi cui partecipano Prefettura e Provincia di Lucca, Direzione Territoriale del Lavoro, USL 2 e USL12, ISPESL, INAIL, INPS, Comando Provinciale dei Carabinieri, Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco e Capitaneria di Porto di Viareggio, si è ritenuto opportuno intensificare l’attività di vigilanza congiunta anche in ambito portuale e costiero.

In particolare, l’attenzione dei militari e dei rappresentanti dell’USL 12 si è soffermata sul rispetto del contenuto dei documenti di sicurezza che ogni unità navale deve presentare preventivamente all’autorità marittima ed all’autorità sanitaria ai sensi dei Decreti Legislativi 272/1999 (Norme sulla sicurezza nell’espletamento di operazioni portuali),  81/2008 (Testo unico in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro) e del DPR 177/2011 (Norme per la qualificazione delle imprese e dei lavoratori autonomi operanti in ambienti sospetti di inquinamento o confinati).

I documenti di sicurezza, redatti a seguito della valutazione dei molteplici fattori di rischio presenti a bordo, prendono in esame le varie lavorazioni che si svolgono in porto e di cui si richiede l’autorizzazione (tra le altre, alaggio e varo, ponteggiatura, verniciatura, saldatura, stuccatura, resinatura e falegnameria) e contengono i piani relativi alla corretta gestione delle emergenze che si dovessero verificare durante tutte le fasi delle suddette operazioni.

I sopralluoghi di oggi hanno permesso di accertare le buone condizioni di lavoro dei locali di bordo  di unità ormeggiate nelle aree assentite in concessione a società che gestiscono strutture ricettive della nautica da diporto, acclarate dalla evidenza degli accertamenti documentali.
Peraltro, anche la verifica sulle ditte operanti in area portuale e sul demanio marittimo – le quali devono essere iscritte negli appositi registri conservati dalla locale Capitaneria di porto ai sensi dell’art.68 del Codice della navigazione nell’ambito delle più ampie attribuzioni di polizia marittima e sicurezza portuale – ha fornito riscontri soddisfacenti.

L’attività di vigilanza congiunta proseguirà in futuro, con l’obiettivo di far mantenere alto il livello di guardia sulle tematiche della sicurezza sui luoghi di lavoro da parte di tutti gli utenti ed operatori marittimi e portuali e quindi con prioritarie finalità di prevenzione, stante la delicatezza della materia e l’attenzione ad essa rivolta da tutti gli organismi interessati sia di rilievo locale che nazionale.

I Commenti sono chiusi

Sito usl Toscana Nord Ovest
Vaccinazione
Pronto Badante
Carta Servizi Assistenza Territoriale
Pranzo Sano Fuori Casa
Ictus

Promozione della Salute

Promozione della Salute


Regione Toscana

Agenzia Regionale di Sanità