PREVENIRE TUMORI AL NASO IN FALEGNAMI E CARPENTIERI

legnoRecentemente, con un certo ed ingiustificato allarmismo, si è parlato dei controlli del Servizio Prevenzione Igiene e Sicurezza nei Luoghi di Lavoro (PISLL) della Ausl12 di Viareggio presso falegnamerie ed altre attività con produzione di polveri di legno.

Non si è evidenziato, invece, il problema di salute che si intende combattere (le polveri di legno sono cancerogene e responsabili della comparsa di un tipo particolare di tumore maligno del naso e dei seni paranasali, rarissimo nella popolazione generale, ma di elevata frequenza in esposti professionalmente, come falegnami e simili) e sono state fornite informazioni non correttamente orientate alla prevenzione.

Attraverso un comunicato, rivolto alle imprese, è stata indicata la necessità di “…doversi dotare di una serie di strumenti, come un particolare aspirapolvere anti polveri sottili dotato di certificazione e speciali filtri per evitare le pesantissime sanzioni USL imposte da una nuova normativa”.

A tal propoposito si precisa che non si deve reperire nessuna “particolare apparecchiatura”, ma si deve ridurre al minimo possibile l’uso della ramazza, utilizzando sistemi per allontanare le polveri depositate che non creino dispersione, ed effettuare la regolare pulizia dell’ambiente di lavoro. Le norme a tutela dei lavoratori e degli artigiani dal rischio di inalare polveri di legno cancerogene sono vigenti e immodificate da 13 anni (Decreto 66/2000), ribadite nel più recente Testo Unico delle norme di Sicurezza e Salute che, comunque, è del 2008.

Cosa ha spinto il Servizio PISLL a mettere in atto iniziative di informazione e assistenza ai lavoratori e alle imprese artigiane, oltre che di vigilanza in una quota di aziende? Il riscontro, dati alla mano, della costante presenza di 24 casi annui di tumore del naso in Toscana, molti dei quali in falegnami, carpentieri e simili, senza alcun accenno alla diminuzione negli anni più recenti, in barba all’esistenza di norme specifiche, sistemi efficaci di aspirazione delle macchine e di raccolta delle polveri, opportunità di ricorrere ad una diagnosi precoce.

A tal proposito, per avere informazioni corrette sui rischi e sui modi di prevenire i danni, gli interessati possono rivolgersi presso la sede del Servizio di PISLL, previo appuntamento telefonico o mail ai seguenti recapiti:

m.bottai@usl12.toscana.it
m.pinelli@usl12.toscana.it
l.bramanti@usl12.toscana.it

Telefono 0584.6058810

I Commenti sono chiusi

Sito usl Toscana Nord Ovest
Vaccinazione
Pronto Badante
Carta Servizi Assistenza Territoriale
Pranzo Sano Fuori Casa
Ictus

Promozione della Salute

Promozione della Salute


Regione Toscana

Agenzia Regionale di Sanità