ROBOTICA IN RIABILITAZIONE, TOSCANA LEADER MONDIALE

I sistemi robotici agevolano la riabilitazione e la Toscana è una delle regioni leader nel portare avanti esperienze che uniscono l’innovazione alla pratica clinica e, anche per questa ragione sta ospitando un importante meeting di tre giorni (8, 9 e 10 maggio 2013) che fa tappa fra Volterra, Pontedera e Versilia.
Partecipano ingegneri, medici, ricercatori provenienti da 19 paesi europei, nell’ambito dell’azione europea “Cost” (Cooperazione per la ricerca scientifica). Artefici dell’incontro sono Federico Posteraro, direttore del Dipartimento di riabilitazione della Ausl 12 di Viareggio e coordinatore del laboratorio congiunto di Bioingegneria della riabilitazione, con sede presso “Auxilium Vitae” a Volterra, attivato insieme alla Scuola Superiore Sant’’Anna di Pisa, Stefano Mazzoleni, ricercatore dell’istituto di Biorobotica della Scuola Sant’Anna e responsabile del laboratorio. ‘“Diverse strutture toscane –affermano Posteraro e Mazzoleni in una nota – si sono presentate insieme all’Europa, dimostrando il significato del ‘fare sistema’ e dell’’impegno in un settore della ricerca che unisce sviluppo e innovazione, i cui risultati possono essere trasferiti con rapidita’ nel sistema sanitario nazionale, ma possono diventare anche occasione di sviluppo industriale poiche’ coinvolgono piccole e medie imprese”.

Proprio la costituzione del laboratorio congiunto di Bioingegneria della riabilitazione, voluto da Maria Chiara Carrozza, attuale ministro dell’’Istruzione e della Ricerca Scientifica e allora Rettore della Scuola Sant’’Anna, e’ stata la chiave di volta per sviluppare attivita’ di ricerca per l’’utilizzo di tecnologie avanzate in riabilitazione. “Un’intuizione – concludono Posteraro e Mazzoleni – che ha consentito agli ingegneri che sviluppano tecnologie avanzate di essere direttamente presenti in ospedale e interagire con medici, fisioterapisti e degenti gia’ dalla progettazione di dispositivi tecnologicamente avanzati per la riabilitazione, in particolare in campo neurologico”.

A proposito della conclusione dei lavori all’Ospedale della Versilia, dove ricercatori di tutta Italia presentano ai colleghi europei le attività in corso, il Direttore Generale della Ausl 12 Brunero Baldacchini ricorda che “il Dipartimento di riabilitazione di Viareggio è storicamente un’area di punta della sanità versiliese. Con l’arrivo di Federico Posteraro, fortemente inserito in una rete di ricerca nazionale ed internazionale, non perderemo l’occasione per dare impulso ad altre attività di ricerca. Stiamo infatti definendo una convenzione con la Scuola Superiore Sant’Anna per attivare un Laboratorio di robotica indossabile per la riabilitazione che lavorerà in sinergia con la struttura di Volterra e coordiniamo anche una proposta di ‘ricerca di rete’ inviata al Ministero della Salute. Come Ospedale – conclude Brunero Baldacchini – non siamo  organismo istituzionalmente dedicato alla ricerca, ma siamo stati lieti di ospitare questo evento e siamo pronti a sostenere nel futuro ricerca ed innovazione in un settore così delicato della sanità pubblica come la riabilitazione”.

I Commenti sono chiusi

Sito usl Toscana Nord Ovest
Vaccinazione
Pronto Badante
Carta Servizi Assistenza Territoriale
Pranzo Sano Fuori Casa
Ictus

Promozione della Salute

Promozione della Salute


Regione Toscana

Agenzia Regionale di Sanità