RIORGANIZZAZIONE DEL PRONTO SOCCORSO OSPEDALE VERSILIA

Nuovo-Pronto-SoccorsoEcco, in sintesi, le azioni messe in atto sia in ambito ospedaliero che sul territorio (azioni che direttamente o indirettamente incidono sulla fruibilità del Pronto Soccorso) al fine di ridurr e, a livello del PS, i tempi di attesa dei pazienti che devono essere ricoverati e dicoloro che a fine prestazione possono rientrare nelle loro dimore abituali.

Sono impegnati nella riuscita delprogetto, ognuno per la parte di competenza, il personale afferente al Pronto Soccorso, alla Centrale Operativa del 118, alle strutture di degenza e dei servizi oltre alle strutture territoriali aziendali e convenzionate per le azioni di competenza.

In tutti gli ospedali il Pronto Soccorso rappresenta il settore a maggiore criticità e imprevedibilità caratterizzato da periodi di elevatissima affluenza di pazienti che comportano la messa in opera di un riassetto organizzativo diverso per evitare lunghe attese che si alternano a periodo di relativa calma, conseguentemente trovare il giusto equilibrio nell’erogazione delle prestazioni non è di facile risoluzione. E’ tuttavia doveroso sperimentare nuove soluzioni alternative, che consentano di ridurre tali disagi, soprattutto nei periodi di iper-afflusso. A tale scopo, di recente sono stati studiate e sono in fase di attuazione nel PS dell’Ospedale Versilia alcune azioni che, concretizzate in modo concomitante e coordinato dai vari professionisti coinvolti nelle differenti fasi di attuazione, possono contribuire a fare la differenza mantenendo nel contempo elevato il livello qualitativo delle prestazioni offerteai pazienti che si rivolgono all’Ospedale Versilia. Tali azioni prevedono:

LA RIORGANIZZAZIONE DEGLI AMBULATORI CODICI BASSA PRIORITA’ CHE VERRANNO GESTITI DALLA CENTRALE OPERATIVA 118
La prima azione messa in atto riguarda la riorganizzazione delle attività garantite dagli ambulatori definiti a bassa priorità (in cui vengono gestiti i codici bianchi ed azzurri) dove vengono indirizzati quei pazienti con patologia meno impegnativa che non necessitano di risoluzione immediata, ma differibile nel tempo. Gli ambulatori a bassa priorità, passano da una gestione fatta dal Pronto Soccorso ad una gestione garantita dal personale afferente alla CO 118. Tali ambulatori, aperti dalle ore 8.00 alle ore 20.00 di tutti i giorni, potranno contare sulla presenza di 1 medico del 118 che verrà coadiuvato dal medico e dall’infermiera dell’auto medica (in stand by all’uscita dello stesso PS) tranne che negli orari in cui questi ultimi sono fuori per rispondere ad una emergenza territoriale. In quest’ultima evenienza il medico del 118 che rimane a gestire i codici a bassa priorità potrà, laddove lo ritenesse opportuno, chiedere l’intervento di 1 infermieredel PS.

LA RIDEFINIZIONE DEI TEMPI DI CONSULENZA DA PARTE DEGLI SPECIALISTI INTERNI E DI RISPOSTA A PRESTAZIONI LABORATORISTICHE E DI DIAGNOSTICA
Allo scopo di ridefinire i tempi di consulenza e di risposta alle varie prestazioni richieste dal PS, tutti i direttori di UO e servizi hanno ridiscusso e comunicato i propri tempi di risposta a richieste provenienti dal Pronto Soccorso, conl’impegno ad effettuare le consulenze in modo tempestivo in caso di emergenza ed in 30-60 minuti per i restanti casi. Anche le prestazioni laboratoristiche avranno priorità rispetto alle restanti richieste a partenza dai reparti, con tempi di risposta che sommati ai tempi di arrivo delle provette saranno di poco superiori all’ora, fatto salvo eventuali risposte ad esami particolari che necessitano di tempi di processo maggiori. Anchele prestazioni radiologiche da evadere nel circuito della precedenza rispetto ad altre troveranno risposte altrettanto rapide.

LA RIORGANIZZAZIONE DELLE ATTIVITA’ INTERNE AI REPARTI CON ANTICIPO DELLE DIMISSIONI PER RENDERE DISPONIBILI SIN DALLA MATTINA ALCUNI POSTI LETTO PER IL PS
A livello dei reparti, è stata concordata con i direttori di area e di unità operative di degenza (complesse e semplici) una riorganizzazione delle attività interne, che prevede la possibilità di fare le prime dimissioni la mattina ad inizio turno, in modo tale da garantire la disponibilità di 3 posti letto nell’area medica entro le ore 11.00 del mattino. Tali posti saranno garantiti quotidianamente compreso il sabato e la domenica in n. di 2 dalla medicina generale e dal lunedì al venerdì in 1 posto letto a rotazione tra le specialistiche afferenti all’area.
La disponibilità di 1 posto letto alle ore 11.00 del mattino è stata chiesta e concordata anche con la UOC Cardiologiache cercherà di garantirlo anche il sabato.

LA VISUALIZZAZIONE INFORMATIZZATA IN TEMPO REALE DEI POSTI LETTO DISPONIBILI NEL PRESIDIO
Per facilitare la corretta collocazione dei pazienti nel reparto più appropriato ed avere una visibilità di posti letto sempre aggiornata è stata predisposta informaticamente una schermata riassuntiva dei posti letto presenti all’interno dell’ospedale dalla quale si potranno avere informazioni dettagliate sul numero di posti letto presenti in ogni reparto con indicato – mediante ausiliodi colori diversi – se il posto letto è occupato, se è libero, se è disponibile a breve.

LA RIORGANIZZAZIONE DELLE ATTIVITA’ INTERNE AL PS CON INDIVIDUAZIONE DI UN MEDICO COORDINATOREDEI RICOVERI IN AREA MEDICA E NELLA UOC CARDIOLOGIA
Per la corretta gestione dei postiletto effettivamente disponibili in tutto l’ospedale, viene individuato a livello del PS un medico, identificabile nel medico di turno nella sezione di Medicina d’urgenza – Coordinamento attività di degenza e osservazione breve, deputato a raccogliere le necessità ricoveriali in area internistica proposte dai colleghi presenti negli ambulatori del PS. Tale medico, avendo sotto controllo sia la situazione dell’osservazione breve che le nuove necessità emergenti, avrà tutti gli elementi per stabilire le priorità con cui,i pazienti in attesa di ricovero, dovrannoessere avviati al reparto.

POTENZIAMENTO IN ORARIO ESTIVO DEL PERSONALE SANTARIO A LIVELLO DEL PS
E’ stato altresì previsto il potenziamento dell’attività di PS negli orari di maggior affluenzadei pazienti con incremento di 1 medico dedicato all’area emergenza,la cui presenza oraria verrà modulata in base alle necessità del periodo. In aggiunta a ciò è possibile dalle ore 20.00 alle ore 08.00 dei giorni feriali e nei festivi (h. 24) l’attivazione di 1 altro medico in pronta disponibilità.

ATTIVAZIONE SERVIZIO ASSISTENZA TURISTI PERIODO 01/07/2013 -31/08/2013
Anche quest’estate,similmente allo scorso anno, la Ausl12 di Viareggio ha deciso di attivare il servizio di assistenza ai turisti nel periodo 1/07/2013 – 31/08/2013 con l’apertura di due ambulatori dedicati, uno ubicato presso il presidio territoriale Tabarracci di Viareggio, aperto tutti i giorni dalle 16.00 alle 20.00, e l’altro ubicato presso la Confraternita Misericordia di Forte dei Marmi, aperto tutti i giorni dalle ore 18.00 alle ore 20.00.

POSSIBILITA’ PER IL PS DI RICOVERARE DIRETTAMENTE NELLA CASA DI CURA BARBANTINI.
Sempre nell’ottica diridurre i tempi diattesa dei pazienti e dare risposte anche di tipo sociale, come sovente succede al PS, la Direzione dell’Ausl 12 ha previsto, nell’ambito degli accordi convenzionali con la casa di cura Barbantini,la possibilità di inviare pazienti direttamente nella casa di cura con una media di 5-6pazienti al mese. Stesso discorso è stato fatto anche per i medici di famiglia che hanno la possibilità anch’essi di ricoverare direttamente nella casa di cura.

ATTIVAZIONE DI ALTRE CASE DELLA SALUTE SUL TERRITORIO
L’organizzazione territoriale, in linea con gli indirizzi regionali che prevedono un riassetto dei presidi distrettuali attraverso la definizione di un “piano regolatore” aziendale, si sviluppa attraverso la promozione della presa in carico globale del cittadino sul territorio, con il modello assistenziale “Casa della salute” e attraverso la valorizzazione del ruolo dei Medici di Medicina Generale come attori protagonisti della rete di assistenza. La Casa della salute è una struttura polivalente con medici di medicina generale ed eventualmente pediatri di famiglia, specialisti ambulatoriali, territoriali ed ospedalieri, infermieri, personale amministrativo, assistenti sociali e volontariato. L’estensione dell’orario di apertura e la compresenza di più professionisti e di molteplici attivitàfa si che la Casa della Salute diventi un reale punto di riferimento per i cittadini e favorisca la capacità di intercettare il bisogno di salute sul territorio con minor ricorso al pronto soccorso: gli assistiti dei medici di medicina generale che si trovano nelle attuali Case della Salute hanno infatti un tasso di accesso al pronto soccorso inferiore a quello medio aziendale. Al momento in Versilia ci sono quattro Case della Salute, presso la Croce Bianca di Querceta, la sede distrettuale di Pietrasanta, il Tabarracci di Viareggio e il presidio Campana di Seravezza. Nel corso dell’anno 2013 saranno realizzate altre Case della salute presso la Croce Verde di Forte dei Marmi e a Torre Del Lago; entro fine 2014 anche a Massarosa.

POTENZIAMENTO MODULI SANITA’ D’INIZIATIVA
L’incremento delle patologie croniche, diabete, scompenso cardiaco, bronco-pneumopatia cronico ostruttiva e ictus viene affrontato con un approccio nuovo, la “Sanità d’iniziativa”, che ha i punti di forza nella prevenzione e nella gestione pro-attiva (i pazienti presi in carico vengono richiamati a date prefissate) da parte di un team, costituito da medico di medicina generale, personale infermieristico e specialisti ospedalieri e ambulatoriali. Questo innovativo modello assistenziale consente tra l’altro di prevenire e rallentare l’insorgenza delle complicanze e di ridurre il numero di episodi di riacutizzazioni che spesso si traducono in accessi al pronto soccorso. Attualmente in Versilia oltre il 40% dei medici di medicina generale ha aderito alla Sanità d’iniziativa; è in programma una graduale estensione dei medici e conseguentemente di copertura della popolazione fino al 60% nel corso dell’anno 2013 e fino all’80% entro fine 2014.

I Commenti sono chiusi

Sito usl Toscana Nord Ovest
Vaccinazione
Pronto Badante
Carta Servizi Assistenza Territoriale
Pranzo Sano Fuori Casa
Ictus

Promozione della Salute

Promozione della Salute


Regione Toscana

Agenzia Regionale di Sanità