LA RSA TABARRACCI PIU’ VICINA AL TERRITORIO

rsa-tabarracciLa Rsa “Tabarracci” di Viareggio stringe i legami con il territorio. Ieri mattina il direttore dell’Asp (l’azienda speciale che gestisce la casa di riposo per conto del Comune) Marco Franciosi, e il presidente Mario Terrile hanno presentato le convenzioni con Avo (Associazione volontari ospedalieri) e Auser, nonché il ciclo di incontri estivi dedicati agli ospiti della Rsa, alle loro famiglie e alla cittadinanza. Erano presenti il neo assessore alla cultura del Comune di Viareggio Glauco Dal Pino, la responsabile comunale dell’Avo Annamaria Pareti, il presidente regionale Avo Alessandro Biagi e il presidente dell’Auser Marzio Francesconi.

La stipula delle convenzioni con Avo e Auser, hanno spiegato gli intervenuti, consentirà di aumentare la qualità della vita degli ospiti della Rsa “Tabarracci” inaugurata l’anno scorso in un’ala ristrutturata dell’ex ospedale viareggino. Oggi la residenza ospita 15 anziani a convenzione (che presto diventeranno 23), una dozzina di pazienti in ricovero temporaneo (sono anziani dimessi dall’ospedale, ma non ancora in grado di rientrare a casa), 6 ospiti privati (la retta è di 130 euro al giorno). A questi si aggiungono 8 pazienti dell’hospice che si trova al piano terreno della moderna struttura progettata dall’architetto e ingegnere Francesco Tomassi.

La Rsa “Tabarracci” può accogliere, oltre a 12 pazienti nel settore hospice, 48 anziani non autosufficienti per un totale di 60 posti letto. L’obiettivo di Asp, ha detto Franciosi, è quello di incrementare le presenze “a convenzione”, garantendo sia un ricovero confortevole in una zona pregiata della città ad anziani viareggini, sia una gestione economica della struttura, dove oggi lavorano una ventina di addetti della Cooperativa Di Vittorio, sotto il diretto controllo di gestione dell’Asp.

Per incrementare ulteriormente i rapporti con la città, Asp ha messo in cantiere una serie di incontri culturali che si svolgeranno all’interno della Residenza sanitaria, su temi legati a Viareggio. Si tratta di appuntamenti dedicati al teatro dialettale (il 14 luglio, omaggio a Egisto Malfatti ed Enrico Casani), al rapporto tra Viareggio e il cinema (il 4 agosto), alla musica lirica (Giacomo Puccini e Padre Leonardo Pacini, il 15 settembre). Conclusione il 26 settembre con la presentazione di un volume sulla storia dell’Ospedale Tabarracci, curato da Umberto Guidi e Federica Ghiselli .

Andrea Montaresi è il curatore del ciclo, che promette di diventare un appuntamento fisso – almeno mensile – per coinvolgere gli anziani ricoverati. Il tutto nel nome di quell’”invecchiamento attivo” sottolineato anche dal presidente Auser Marzio Francesconi. All’iniziativa è giunto il plauso dell’assessore Dal Pino, per il quale la valorizzazione del ruolo dell’anziano nella società è una sfida culturale che riguarda tutti.

I Commenti sono chiusi

'
Sito usl Toscana Nord Ovest
Vaccinazione
Pronto Badante
Carta Servizi Assistenza Territoriale
Pranzo Sano Fuori Casa
Ictus
RSA in Versilia=

Promozione della Salute

Promozione della Salute


Regione Toscana

Agenzia Regionale di Sanità