INAUGURATO IL CAMPO SCUOLA DELLA PROTEZIONE CIVILE

campo-protezione-civileInaugurato a Pontestazzemese il Campo Scuola di Protezione Civile allestito con il patrocinio del Dipartimento Nazionale della Protezione Civile, di Anpas e dell’assessorato alla Protezione Civile del Comune di Stazzema. I ragazzi nel corso di una settimana saranno seguiti da alcuni istruttori che mostreranno loro la vita all’interno di un campo di protezione civile e nel corso della settimana fino a sabato 24 agosto visiteranno le sedi dei Vigili del Fuoco, del 118, della Guardia Costiera e di tutti i segmenti che compongono il complesso sistema della protezione civile.

A Pontestazzemese la disastrosa alluvione del 1996 fu l’occasione per la nascita della locale Pubblica Assistenza che ospita oggi i ragazzi e che oggi raccoglie oltre 2000 soci in un Comune che conta circa 3.500 abitanti. Lo scopo della settimana di Campo scuola è quello di iniziare una ventina di ragazzi con una età che varia dai 6 a 12 anni alla cultura del volontariato e della Protezione Civile.

“Abbiamo allestito”, commenta l’assessore alla Protezione Civile Egidio Pelagatti, “un piccolo campo scuola per iniziare a parlare ai ragazzi fin da giovanissimi di cos’è la Protezione Civile che oggi è un sistema partecipato che nasce proprio dalle esperienze maturate nel periodo dell’alluvione in Versilia, dove più volte, il Capo del Dipartimento Nazionale Franco Gabrielli, ha detto che è nata la concezione moderna di protezione Civile. Oggi esiste una cultura della Protezione Civile che ha nel volontariato e nel sistema di Pubbliche Assistenze un suo ramo importante che dialoga poi con tutte le istituzioni e con i cittadini allo scopo di dare soccorso alle popolazioni colpite. Oggi i ragazzi che partono anche da Stazzema per tutti i luoghi del mondo sono volontari o personale dipendente che ha un’alta e precisa formazione e che all’interno del contesto dell’emergenza sanno con umanità, che resta la base di tutto, svolgere un compito preciso che viene loro assegnato. In questa settimana con i ragazzi vogliamo insegnare loro alcune cose basilari perché un giorno possano essere cittadini consapevoli che hanno a cuore il loro territorio e siano mossi da sentimenti di solidarietà e di voglia di aiutare gli altri che sono alla base del sistema di Protezione Civile. Sarà un modo giocoso per parlare di temi importanti, divertendosi”

I Commenti sono chiusi

Sito usl Toscana Nord Ovest
Vaccinazione
Pronto Badante
Carta Servizi Assistenza Territoriale
Pranzo Sano Fuori Casa
Ictus

Promozione della Salute

Promozione della Salute


Regione Toscana

Agenzia Regionale di Sanità