COORDINAMENTO DONAZIONE E TRAPIANTO

 

Coordinatore medico
Dr.ssa Flaviana Landi
Tel 0584.6059400 – Fax 0584.6059413
Coordinamento Infermieristico Paolo Manfredi
Telefono 0584.6057142

Informazioni di base

Che cos’è la rete aziendale coordinamento Donazione e Trapianti?
La rete aziendale coordinamento Donazione e Trapianti segue tutto il processo della donazione , dalla relazione d’aiuto alle famiglie che hanno subito un lutto, alla richiesta di donazione ,al prelievo degli organi e tessuti.

 

Chi può essere donatore di organi?
Sono donatori di organi tutti i pazienti che hanno subito la distruzione di tutto il cervello e cioè sono morti. La maggior parte dei donatori è deceduta per una gravissima lesione del cervello causata da un trauma o da un’emorragia cerebrale imponente, questi pazienti vengono ricoverati in rianimazione dove viene fatto di tutto per poterli salvare. Purtroppo alcuni non cela fanno e vanno incontro a morte, con il respiratore automatico, è possibile continuare ad ossigenare gli organi escluso il cervello che è la causa della morte. In questa situazione e se la persona era favorevole alla donazione o se i familiari non si oppongono è possibile donare gli organi.

Come si accerta la morte?
I criteri di accertamento della morte sono assolutamente certi e precisi, vincolati a normative giuridiche, scientifiche e etiche di assoluta garanzia.

 

Fino a quale età si può donare?
Per molti organi l’età non costituisce più una controindicazione. Nel caso dei reni e del fegato ciò che conta non è l’età anagrafica ma la funzionalità dell’organo. E’ perciò possibile donare fino ad età molto avanzata anche a 100 anni.

 

Ci sono controindicazioni alla donazione?
Non permettono la donazione tutte quelle malattie che potrebbero essere trasmesse al ricevente come ad esempio le epatiti o l’aids.

 

Oltre a gli organi cosa si può donare?
Oltre agli organi si possono donare i tessuti , ma mentre gli organi si possono donare a qualunque età per i tessuti esistono dei limiti .E’ possibile donare il sangue che salva la vita a persone che hanno avuto gravi emorragie, che vanno incontro ad interventi chirurgici importanti e non c’è nessun modo di sostituire il sangue con altre sostanze. Il midollo osseo è necessario a pazienti ammalati di tumori della serie emopoietica come le leucemie.

 

Cosa succede ai malati che hanno bisogno di un trapianto?
Per le persone malate di cuore, fegato e polmoni il trapianto è l’unica possibilità per poter vivere, per questo sono chiamati organi “salvavita” Per le malattie renali è possibile fare la dialisi, per le malattie del pancreas esiste l’insulina e queste cure permettono la sopravvivenza del paziente ma con molte limitazioni. Anche la cute pur essendo un tessuto è “ salvavita” per i pazienti gravemente ustionati. Alcuni tumori ossei che prevedono l’amputazione con un trapianto di tessuto osseo può essere evitata. Il trapianto di valvole umane permette una vita normale a tantissimi bambini e giovani. Per le cornee gravemente malate non esiste altra alternativa che il trapianto.

 

Quali sono i risultati del trapianto?
Dopo 10 anni dal trapianto 7 persone su dieci conducono una vita normale, possono fare sport, lavorare, fare viaggi e vacanze. Queste persone sono consapevoli che la loro vita ritrovata è il frutto di una famiglia che ha acconsentito alla donazione.

 

 

Il numero dei pazienti in lista di attesa è molto superiore di quelli trapiantati. Questo è legato al fatto che come dicono gli spagnoli Sin donantes non hay trasplantes e cioè Senza donazioni non si possono fare i trapianti.

 

Qual è l’opinione della religione sulla donazione?
Tutte le maggiori religioni sono favorevoli alla donazione degli organi.

 

Come si diventa donatori?
Si diventa donatori con una semplice registrazione da parte dell’interessato presso l’URP ufficio relazioni al pubblico della nostra azienda . Portando con sé il tesserino blu inviato dal ministero della sanità nel 2000. Con una dichiarazione scritta di proprio pugno riportante i dati anagrafici e la firma presso l’AIDO.

 

Quali sono gli Ospedali preposti per i trapianti?

Gli Ospedali preposti per i trapianti sono diversi :
Santa Chiara a Pisa si trapiantano fegato e reni
Ospedale Careggi a Firenze si trapiantano reni e tessuto osseo
Ospedale Le Scotte a Siena si trapiantano reni, cuore cute
Ospedale Cisanello Pisa si trapiantano rene- pancreas, pancreas, valvole cardiache

In tutti i reparti di oculistica della toscana si trapiantano le cornee.

 

. Le donazioni multiorgano

. Torna alla pagina della Direzione sanitaria

'